I canali istituzionali per l’internazionalizzazione

Cristine Scandroglio e l'ambasciatore Raymond Balima

Cristine Scandroglio , AD di Progetto il Ponte SRL, e S.E. ambasciatore del Burkina Faso SIg. Raymond Balima

L’internazionalizzazione è un fenomeno di natura composita, che non si riduce alla sfera degli scambi e delle transazioni economiche, ma che abbraccia gli ambiti della politica, della società, della cultura. Nonostante l’attenzione degli studiosi e soprattutto dei media si sia impennata in epoca relativamente recente, questo fenomeno viene da lontano. Parlare di processi di internazionalizzazione delle imprese significa infatti toccare una tematica al contempo antica ed attuale.

Antica, perché con l’avvio di questi processi – che risalgono ad epoche ben anteriori a quella della rivoluzione industriale e che si realizzano per molto tempo in ottica prevalentemente mercantile – prendono forma gli stessi sistemi economici capitalistici moderni, che si sviluppano attorno a flussi di merci e di capitali capaci di attraversare anche il più impermeabile confine nazionale.

Attuale, perché questi processi – che proseguono oggi inesorabili e con dimensioni crescenti (come vedremo più avanti) – si sono di recente trasformati in un motore estremamente potente di integrazione e al contempo di cambiamento della nostra Società, alimentando quel fenomeno pervasivo che molti hanno definito “globalizzazione”.

Nei processi di internazionalizzazione delle imprese, si stiano affermando dei nuovi paradigmi, che superano la classica opposizione export/investimenti diretti, per ispirarsi a nuovi criteri, come le recenti logiche del global sourcing, dell’impresa virtuale e della ricerca di vantaggi localizzativi e di competenze distintive su scala globale. Nel loro complesso, questi nuovi paradigmi stanno allargando il campo delle possibili modalità, motivazioni e strategie delle imprese internazionalizzate, al punto da relativizzare qualsiasi ipotesi di una “one best way” per i percorsi di internazionalizzazione delle imprese.

Progetto il Ponte si muove con i canali tradizionali, definendo collaborazioni ed ottenendo il supporto fattivo di ministeri, ambasciate ed enti istituzionali, nei paesi dove opera. Tramite la propria rete di partner, garantisce all’azienda italiana, in particolare modo del comparto PMI, canali istituzionali esteri tramite cui ottenere tutte le informazioni ed il supporto necessario.

Nell’illustrazione Cristine Scandroglio (AD di Progetto il Ponte SRL) assieme a S.E. ambasciatore del Burkina Faso SIg. Raymond Balima presso lo studio dell’ambasciatore all’ambasciata del Burkina Faso a Roma.

Gli altri incontri di Cristine Scandroglio

Cristine Scandroglio incontra a Roma la Prima Consigliera dell'ambasciata della Costa d'Avorio

Cristine Scandroglio incontra a Roma la Prima Consigliera dell’ambasciata della Costa d’Avorio

Cristine Scandroglio incontra a Roma S.E. l'Ambasciatrice della Costa d'Avorio

Cristine Scandroglio incontra a Roma S.E. l’Ambasciatrice della Costa d’Avorio

Cristine Scandroglio incontra  Roma S.E. l'Ambasciatore dello Zimbabwe

Cristine Scandroglio incontra Roma S.E. l’Ambasciatore dello Zimbabwe

Cristine Scandroglio incontra a Roma S.E. l'Ambasciatore del Burkina Faso

Cristine Scandroglio incontra a Roma S.E. l’Ambasciatore del Burkina Faso

Cristine Scandroglio incontra a Milano il Console Generale del Burkina Faso

Cristine Scandroglio incontra a Milano il Console Generale del Burkina Faso